risultati con brachicefalia neonatale con fascia doc
Prima (CI 104.01) e dopo (CI 90) della DOC Band®

“Sindrome della testa piatta” è un nome spesso usato per descrivere plagiocefalia e brachicefalia e, meno probabile, scafocefalia. In questa occasione vogliamo concentrarci sulla brachicefalia, poiché è diversa dalla plagiocefalia ed è bene essere chiari su cosa le differenzia.

La brachicefalia, come abbiamo già discusso, è una deformità cranica che viene diagnosticata quando la parte posteriore della testa di un bambino è simmetricamente appiattita.

Una delle principali cause dell’apparenza è quando il piccolo rimane a lungo addormentato sulla schiena . La sua fronte appare più corta del normale, le sue orecchie possono sporgere su entrambi i lati e il suo viso può anche essere più largo del solito. Se la larghezza del cranio (da orecchio a orecchio) supera l’81% della lunghezza dalla fronte alla nuca, si conferma un caso di brachicefalia.

Per prevenirlo può essere sufficiente riposizionare il bambino e metterlo su un fianco mentre dorme per non esercitare troppa pressione sulla schiena, anche se alla prima indicazione che un neonato ha una forma della testa diversa, uno specialista dovrebbe essere consultato.

Sia la plagiocefalia che la brachicefalia possono essere corrette se diagnosticate precocemente. All’inizio di solito è sufficiente il riposizionamento, tuttavia, nei casi più gravi e se si supera il sesto mese, il trattamento DOC Band® , un casco ortopedico che corregge efficacemente il problema, è il più diffuso al mondo.

Differenze tra plagiocefalia e brachicefalia

braquicefalia italia

Per differenziare entrambe le deformazioni è sufficiente effettuare una serie di misurazioni sul cranio del neonato. Nel caso della plagiocefalia va determinato il livello di asimmetria cranica , nella brachicefalia si misura la testa da orecchio a orecchio e da fronte a collo, poiché la deformazione è più o meno simmetrica.

Gravità della plagiocefalia

La brachicefalia provoca un appiattimento quasi simmetrico della parte posteriore del cranio di un bambino, che spesso porta a un’altezza esagerata nella parte posteriore del cranio e forse anche a una forma alterata della fronte.

La pagina seguente può guidarti per scoprire se il tuo bambino/a soffre di brachicefalia o qualche altra malformazione cranica.

Come si dice sempre, prima di qualsiasi cambiamento nella posizione della testa del tuo bambino, vai da un medico specialista per correggere qualsiasi problema. C’è una soluzione, ma bisogna usare cautela.

Per maggiori informazioni sulle terapie per il trattamento , la vasta esperienza professionale della nostra équipe medica (più di 35 anni et e più di 4.000 pazienti trattati con successo), o qualsiasi informazione sulle malformazioni craniche , non esitate a contattare i nostri centri .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.