La plagiocefalia è una malattia in cui vi è un appiattimento di un lato del cranio. Ciò può verificarsi dal supporto costante di quella stessa area durante il sonno o il riposo. Molti bambini ne soffrono e quindi molti genitori si chiedono quali siano le conseguenze della plagiocefalia.

In questo articolo vogliamo chiarire tutti i tuoi dubbi. Iniziamo

Innanzitutto, come faccio a sapere se mio figlio soffre di plagiocefalia?

La sindrome della testa piatta è spesso dovuta al torcicollo acquisito nell’utero, a causa di una cattiva posizione nell’utero. I bambini che ne soffrono dormono e riposano con la testa sempre sdraiata dallo stesso lato. Alcune delle caratteristiche di questi bambini sono:

Se osservi queste conseguenze della plagiocefalia nel tuo bambino, la cosa migliore che puoi fare è portarlo dal medico. Solo uno specialista può diagnosticare la sindrome della testa piatta .

Quali sono le conseguenze a lungo termine della plagiocefalia?

Le deformità craniche nei bambini , trattate a tempo debito, non hanno alcun effetto sul loro sviluppo. Ora, se non si pone rimedio in tempo, le conseguenze della plagiocefalia possono essere:

1 Conseguenze fisiche. In primo luogo parleremo dei problemi che comporta per l’immagine stessa, in molti casi possono verificarsi problemi psicologici sia nell’infanzia che nell’adolescenza. Se la deformità è molto grave può causare anche problemi funzionali .

2 Conseguenze neurologiche e funzionali. I bambini non curati possono subire ritardi di maturazione neurologici, questi possono ostacolare lo sviluppo psicomotorio e cognitivo.

plagiocefalia negli adulti

3 Problemi di linguaggio. Altre conseguenze della plagiocefalia sono le difficoltà nello sviluppo del linguaggio . Molti bambini hanno persino avuto bisogno dell’aiuto di un logopedista durante la prima infanzia. Questo ovviamente, nei casi in cui non è stato utilizzato alcun trattamento.

4 Problemi di vista e udito . Sono stati riscontrati casi in cui questi bambini, in alcune occasioni, hanno sofferto vari problemi nel corretto funzionamento di questi due sensi.

Trattamento, l’opzione migliore

Il modo migliore per evitare le conseguenze della plagiocefalia è il suo trattamento adeguato. Prima di tutto, dobbiamo modificare la posizione in cui dorme il bambino . Tenendo sempre presente che per prevenire la sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS) è sempre meglio che il bambino dorma sulla schiena.

Approfitta del sonno diurno, in cui sei consapevole del bambino, per sdraiarti a faccia in giù. Sempre sotto la tua supervisione. Poi, la sera, quando metti a letto il bambino, devi cambiare il lato su cui appoggia la testa , ogni volta che si sveglia devi cambiarlo di nuovo (da destra a sinistra e viceversa).

Inoltre, prendi il tuo bambino di più tra le tue braccia , evita di sdraiarlo in punti in cui sostiene la sua testa in modo inadeguato. In altre parole, usate meno carrelli, amache, il seggiolino dell’auto,… E se si addormenta in uno di questi posti, non lasciatelo lì, portatelo nella sua culla.

Se il torcicollo del bambino è molto grave, puoi scegliere di andare da un fisioterapista . Quando i casi sono molto gravi, con un appiattimento della testa molto pronunciato, è meglio munirsi di una fascia ortopedica DOC BAND®.elmo per plagiocefalia

La fascia tiene tesi i punti giusti in modo che il cranio prenda la forma corretta. La sua efficacia è provata e dovrebbe essere utilizzata circa 23 ore al giorno. Questo è il modo migliore per evitare le conseguenze della plagiocefalia .

Se vuoi condividere la tua esperienza con noi, non esitare a lasciare il tuo commento qui sotto e se vuoi saperne di più, ti consigliamo di leggere questo blog su cos’è la plagiocefalia e quali sono le cause della plagiocefalia .

Per maggiori informazioni sulle terapie per il trattamento , la vasta esperienza professionale del nostro team (più di 35 anni), o qualsiasi informazione sulle malformazioni craniche , non esitate a contattare i nostri centri .

La pagina seguente può guidarti per scoprire se il tuo bambino soffre di plagiocefalia o qualche altra malformazione cranica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.