Fino a che età si può correggere la plagiocefalia?

Sicuramente la domanda su fino a che età la plagiocefalia può essere corretta è una delle domande più frequenti sulle malformazioni craniche nei bambini .

Come regola generale, le piccole asimmetrie craniche sono perfettamente naturali.

Tuttavia, quando questa asimmetria si verifica a livelli più alti e l’asimmetria è grave, è quando possiamo già parlare di plagiocefalia e trattarla di conseguenza.

Come diciamo sempre, in caso di qualsiasi piccolo dubbio o sospetto che il nostro bambino abbia una forma della testa insolita, è fondamentale rivolgersi al medico.

Noi medici specialisti disponiamo di una serie di parametri e misurazioni che ci permettono di determinare se c’è o meno qualche deformazione da trattare.

La plagiocefalia appare come conseguenza della fragilità e malleabilità del cranio dei bambini.

gradi di plagiocefalia

Può essere causato da una serie di fattori legati al posizionamento: un lungo periodo di tempo nell’incubatrice, dormire nella stessa posizione per ore, il processo durante il parto o la posizione nell’utero.

Maggiori informazioni sulle cause della plagiocefalia .

Se si tratta di un bambino di circa 3 o 4 mesi e l’asimmetria è lieve, può essere curata semplicemente trovando una posizione alternativa prima di coricarsi e girando il nostro piccolo.

Fino a che età si può curare la plagiocefalia?

Si stima che il trattamento per la plagiocefalia sia efficace tra 4 e 18 mesi e la sua durata possa oscillare tra 5 e 6 mesi, a seconda di ciascun caso e di ogni specifico bambino.

Tuttavia, la crescita del cranio è notevolmente ridotta dopo i 18 mesi di età , il che rende difficile correggere la deformità e l’efficacia del trattamento.

Quindi, ricordiamoci ancora come possiamo prevenire la plagiocefalia posizionale

prevenzione posizionale

Girare il bambino mentre è sveglio e metterlo a faccia in giù per brevi periodi di tempo e sempre sotto la nostra supervisione.

Quando dormi, meglio sulla schiena ma con la testa di lato . Sarà compito dei genitori cambiare la direzione destra-sinistra in modo che non rimanga a lungo nella stessa posizione.

Ricorda che il punto è non lasciare il piccolo incustodito per molto tempo in modo che non rimanga nella stessa posizione.

In questo modo, un trucco affinché il piccolo sia costretto a girarsi è quello di cambiare l’orientamento della culla , in modo che il bambino debba girare la testa dalla parte opposta quando vuole interagire con i genitori.

Infine, è bene anche tenerlo tra le braccia (anche se non troppo perché non ci si abitui), poiché in questo modo il bambino non avrà la testa appoggiata su nessun supporto.

Per maggiori informazioni sulle terapie per il trattamento , la vasta esperienza professionale del nostro team (più di 35 anni), o qualsiasi informazione sulle malformazioni craniche , non esitate a contattare i nostri centri .